Meravigliosamente

Scritto e disponibile su Numerosette.eu

PREMESSA

Date un veloce sguardo alla classifica di Ligue 1, cosa notate di strano?

Eccetto il Paris Saint-Germain al terzo posto ovviamente.

Ligue 1

Bene, il Monaco ieri ha raggiunto il Nizza, che se la vedrà in serata proprio contro i parigini di Laurent Blanc, mentre i biancorossi si sono impossessati della vetta imponendo un impetuoso 0-4 al Girondins de Bordeaux, con tripletta di Falcao.

TRIPLETTA DI FALCAO

Meriterebbe un sonetto, scritto in maniera dolce e leggiadra, tipico degli stilnovisti che in epoche ben più antiche della nostra misero per le strade della città un nuovo modo di poetare, raccontando il sentimento che ‘dittava’ dentro il cuore dell’amante parole d’amore.

Bene, senza starci ad arrovellare su un passato glorioso che probabilmente non tornerà più, Radamel Falcao Garcia Zarate è letteralmente rinato sotto una nuova stella, quella della squadra che ne aveva interrotto la crescita esponenziale comprandolo a peso d’oro nell’estate 2013.

Chiamatela rinascita, chiamatelo ritorno, chiamatela fortuna o semplice evento naturale, visto e considerato che si tratta di un giocatore le cui potenzialità non sono di certo rimaste nascoste negli anni, ma rivedere ‘il Puma con le Puma’ sul podio nella classifica marcatori ci fa sospirare e sorridere leggermente.

11 partite, 10 reti, quando lui segna il Monaco vince sempre con risultati astronomici: se non ci credete controllate il tabellino.

Make Principato di Monaco great again!

Fatte le dovute proporzioni, 10 reti finora nel campionato francese corrispondono ad un lento risollevarsi, leggero e sottovoce, niente di magico se consideriamo i suoi precedenti ma unico e meravigliosamente importante se ne vediamo solamente il recente passato: i due prestiti al Manchester United prima e poi al Chelsea lo hanno rovinato, parola di Jardim.

Il problema di Falcao non è stato solamente legato agli infortuni, ma anche al fatto che ha lasciato il club per giocare altrove due stagioni; ha provato a mantenere un livello alto quando normalmente, dopo essere stato fermo per una situazione del genere, dovresti rimanere al tuo club per recuperare velocemente.

SOGNO CHAMPIONS

Il primo posto in un girone tutto tranne che di ferro consente a Radamel Falcao di non placare quella fame di grandi partite che lo ha reso grande; dopo aver guidato i monegaschi alla fase a gironi, l’attaccante colombiano cercherà probabilmente di riprendersi la squadra sulle spalle a partire dagli ottavi di finale.

Come all’Atletico Madrid, insomma: come ai vecchi tempi.

Everything’s Different, Nothing’s Changed. Solita rete ‘alla Falcao’.

L’attaccante più pericoloso del recente passato è tornato, non lo ha fatto con giocate da strabuzzare gli occhi ma nascondendosi nel silenzioso campionato francese, approfittando di un momento di défaillance parigino per rialzare testa, posizione in classifica e guadagnare consensi nella città che lo aveva portato a braccetto come nuovo ambasciatore del Principato nel mondo.

Sarà ancora possibile fare una rivoluzione?

Con un posto fra le grandi di Champions, lì in vetta alla Ligue 1, calcolando la classifica marcatori, Falcao segna ancora e fa innamorare il modernissimo Stade Louis-II.

C’è ancora tempo per un secondo mandato? A giudicare dall’imponenza del suo ritorno, la risposta sembra essere ‘oui’.

Meravigliosamente si.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *