Tutti gli articoli di Lorenzo Semino

Grandi Speranze

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Christian Eriksen accarezza il pallone. Lo sa fare e lo ha fatto anche ieri sera, regalando ai tifosi del Tottenham un’altra settimana di grandi speranze.

Al danese è bastato un gioiello contro il Crystal Palace, squadra che ha costretto gli Spurs a soffrire sia all’andata sia al ritorno: 1-0 con rete di Wanyama a White Hart Lane, stesso risultato a Selhurst Park. In entrambe le giornate sono arrivate reti sul filo di lana, a pochi minuti da un fischio finale che avrebbe consegnato il segno X ad entrambe le compagini.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU IL CALCIO INGLESE

Sul quadrato con Roberto Camelia

Scritto e disponibile su iogiocopulito.ilfattoquotidiano.it

Sarebbe troppo facile e forse più scaltro, mediaticamente parlando, farci raccontare dall’”arbitro con la protesi” come sia avvenuto l’incidente, farci raccontare una tragedia per lasciar salire un brivido sulla schiena, ma non lo abbiamo fatto per un motivo ben preciso.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT

 

 

La legge è uguale per tutti?

È passata un settimana da quando Armando Izzo, il calciatore del Genoa, nato nel quartiere popolare napoletano di Scampia, che aveva coronato il sogno di tanti ragazzi di periferia raggiungendo la Serie A e la nazionale, è stato condannato per doppia omessa denuncia sulla tentata combine di due gare quando militava nell’Avellino.

CONTINUA A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT CLICCANDO QUI 

L’insostenibile leggerezza dell’Everton

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Liverpool, patria di artisti, mercanti e viaggiatori. Goodison Park, Anfield Road, le statue di Bill Shankly e Dixie Dean davanti alle porte d’ingresso. Giusto per ricordarsi che qui niente è un gioco, che qui si confondono i santi con gli eroi.

IL MOMENTO D’ORO – Everton, Koeman, Lukaku, 57 punti in classifica.

CONTINUA A LEGGERE SU FOOTBALLPINTS.COM CLICCANDO QUI

La giornata che è stata

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Sono state ben 4 le gare terminate con segno X, tutte fondamentali. Alcune per la corsa al secondo posto, altre per la lotta salvezza: pari del Palermo, pari del Crotone, pari fra Genoa-Lazio e Roma-Atalanta. Nel mezzo un derby di Milano, il primo dagli occhi a mandorla, riacciuffato nel finale proprio come quello del 20 Novembre, quando a segnare allo scadere fu Ivan Perisic.

CONTINUA A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT CLICCANDO QUI

Tel Chi El Telùn

 

La giornata pasquale di Serie A come uno spettacolo di Aldo, Giovanni e Giacomo.

I cinesi come gli spagnoli, interpretati dai comici in questione sotto abiti rossoneri: nella gara delle 12.30, infatti, sarà il Milan a farla da protagonista dopo aver messo a compimento il fantomatico closing? In casa giocherà invece l’Inter, che ha vinto l’ultimo derby nel quale a trionfare sia stata la squadra “ospite”. Era il 15 gennaio 2012, a segno El Principe Diego Alberto Milito.

CONTINUA A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT CLICCANDO QUI

 

 

 

Ma sono mille papaveri, Rossi

[Immagine in copertina tratta da Internet]

‘Le tue parole sono sassi’ canta un noto compositore italiano. Il riferimento calza a pennello con il messaggio stoico (classicisticamente parlando) di Giuseppe Rossi, uscito dall’ospedale ma appena entrato a gamba tesa dentro l’ennesima sfida che nasce quando ti rompi un legamento crociato. Se poi si tratta del ginocchio ‘buono’, sembra davvero che la sorte ti stia prendendo in giro.

PER CONTINUARE A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT CLICCA QUI 

Bastian contrario: da Manchester a Chicago

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Pensavate che Bastian Schweinsteiger fosse un giocatore finito? Sbagliato. Credevate che lasciando il Manchester United avrebbe posto fine alla carriera da tuttocampista? Sbagliato.

Credevate che si sarebbe presentato alla sua maniera persino in Major League Soccer? Giusto.

Bastian segna, inventa e sfiora persino una doppietta che sarebbe diventata storica.

EASTERN CONFERENCE – 5 punti in 4 gare per la nuova squadra di Schweinsteiger, Columbus Crew saldamente in testa con 3 vittorie ed un pareggio proprio mentre nella Western Conference i Los Angeles Galaxy si trovano in coda con soli 3 punti ed altrettante sconfitte sul groppone.

SPECIAL SCUSE – José Mourinho, prima della gara contro il West Bromwich Albion, ha parlato così del centrocampista tedesco: “Non sono stato giusto con lui, Bastian è uno di quei giocatori nei confronti del quale mi sento in difetto e gliel’ho detto; non sono stato giusto con lui e da adesso lo sarò. Mi dispiace per come è andata nella prima parte di stagione, e lui lo sa. Mi pento e non è un problema per me ammetterlo. Così, quando mi ha chiesto di poter andare via gli ho detto di sì. Perdiamo un bravo ragazzo, un grande professionista. Probabilmente avremmo avuto ancora bisogno di lui ma dovevo lasciarlo andare”. 

Detto fatto, 0-0 casalingo e critiche per i Red Devils. Probabilmente poco avrebbe potuto aggiungere lo stesso Schweinsteiger ad una squadra di grande spessore come lo United, fatto sta che dove arriva porta calore, ardore e talvolta anche il buonumore: Bastian contrario è volato in America, abitanti di Chicago e dintorni siete avvisati.