Tutti gli articoli di Lorenzo Semino

Panama nel paese delle meraviglie

[Immagine in copertina tratta da internet]

“Questa vittoria è anche tua” scrive un noto giornalista spagnolo, Alexis Martin-Tamajo, meglio conosciuto al mondo dello sport con il soprannome “Mister Chip”.

La dedica è per Amilcar Henriquez, colonna portante della nazionale di Panama, ucciso a colpi di pistola il 15 Aprile scorso nel centro di Colon.

Chi pensa a Panama si ritrova negli occhi colori perlopiù sgargianti, paradisi fiscali e scandali mondiali che ne portano – almeno in parte – il nome. Presidenti divenuti dittatori e connessioni contrastanti con gli stati confinanti, legami fortificati dalle serie televisive che negli ultimi tempi hanno esaltato la figura di Pablo Escobarpatròn della vicina Colombia e compagno di affari di Manuel Noriega, generale e di fatto dittatore del Paese dal 1983 al 1989, morto anch’egli come il centrocampista Henriquez nella primavera del 2017.

CONTINUA A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT CLICCANDO QUI

Cosa temere di Svezia, Eire, Irlanda del Nord e Grecia

[Immagine in evidenza tratta da Internet]

Ci siamo. L’Italia si è qualificata agli spareggi per accedere ai prossimi Mondiali in Russia del 2018, lo ha fatto da testa di serie non senza polemiche e malumori; decisive le cadute sul finale, prima in Spagna e poi un pari a Torino contro la Macedonia, che lasciano l’amaro in bocca nonostante la classifica ci proietti tra le migliori squadre della competizione grazie a 23 punti in 10 partite. Gli azzurri non sono stati gli unici a patire avversari agguerriti o rivali storici, il tutto contrapposto a gironi le cui teste di serie hanno mancato la qualificazione, vedi Austria e Galles nel Gruppo D. Chiedere anche agli olandesi per credere.

Possibili avversari dell’Italia, gli O’Neill sono alla guida di Eire ed Irlanda del Nord [Immagine tratta da Internet]
C’è stato il tempo per le riunioni fra i senatori dello spogliatoio, per le critiche e persino per un “referendum popolare” in merito al modulo da utilizzare in futuro, ora bisogna solamente concentrare l’attenzione sulle prossime avversarie. Rivali che, per fortuna e per rispetto, non possono spaventare poi troppo una grandezza del calcio come la nazionale 4 volte campione del mondo. Chi potremmo trovare nell’urna di Zurigo fra meno di una settimana?

CONTINUA A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT CLICCANDO QUI

L’estate di John Stones, del Kun e di Gabriel Jesus

Tre inglesi impegnate in Champions questa sera. Il Liverpool strappa a fatica un punto in casa contro il Siviglia, sempre pericoloso: Firmino, croce e delizia, porta in vantaggio i Reds ma sbaglia un rigore, permettendo alla coppia Correa-Muriel di trovare un insperato pareggio nella ripresa.

KANE IS ON FIRE – Dall’altra parte il Tottenham è stato capace di sconfiggere a Wembley un Borussia Dortmund capolista in Bundesliga, che aveva pareggiato con un gioiello del nuovo acquisto Yarmolenko. Harry Kane come un uragano segna però due reti regalando agli Spurs una vittoria davvero preziosa e fondamentale.

Immagine tratta da Internet

CONTINUA A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT

Le grandi mettono le ali

Nella serata di ieri è andata in scena la prima giornata di Champions League, che entra nel vivo con una fase a gruppi all’insegna dell’Over 2.5. Strada spianata per le inglesi, Barcellona, Bayern Monaco e Paris Saint-Germain chiudono il martedì sera con un bilancio di 28 reti in 8 partite.

Questa sera tocca alle altre, Napoli compreso:

ALISSON METTE LE ALI – Tutte le prime pagine giallorosse sono giustamente dedicate ad Alisson Ramsés Becker, portiere della Roma che nella ripresa all’Olimpico ha alzato un vero e proprio muro capace di garantire un prezioso 0-0 contro un Atletico Madrid come sempre organizzato e particolarmente solido.

“Messi sotto” titola invece Il Corriere dello Sport in seguito alla pesantissima sconfitta bianconera nella tana dei blaugrana; per giorni è stata propinata una presunta superiorità di Paulo Dybala a Leo Messi, che si è ripreso lo scettro di miglior attaccante argentino nel mondo con una doppietta che si aggiunge alle 3 reti del week-end nel derby contro l’Espanyol.

Il paragone è sempre vivo, vegeto e probabilmente veritiero, ma la debacle del Camp Nou ha messo in luce una differenza ancora vistosa. Massimiliano Allegri fa ammenda e si prepara per Olympiacos e Sporting Lisbona (che vince la prima gara in Grecia con reti dell’ex romanista Doumbia e di Bruno Fernandes), squadre da battere per assicurarsi il passaggio del turno.

CONTINUA A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT

 

 

Fiasc-OM, la Premier si infiamma mentre a Madrid si dorme ancora. Nagelsmann supera Ancelotti

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Dopo la sosta per le nazionali, tutta l’Europa calcistica attendeva il ritorno sui campi dei prncipali campionati: se le due di Manchester cercavano di staccare le altre pretendenti al trono, in Liga il Barcellona cercava il colpaccio dopo la caduta del Real Madrid in casa contro il Valencia. Bayern Monaco-Hoffenheim la sfida più importante della settimana, Nizza-Monaco e Manchester City-Liverpool le più divertenti sulla carta.

Cosa è successo, cosa ci ha detto l’Europa del calcio?

CONTINUA A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT

 

Winter is coming

“Quel che accade ai giocatori come Spinazzola rispecchia le azioni dei grandi, non stupiamoci se poi anche gli altri fanno così. Questa è la realtà, e noi tappiamo il naso un po’ tutti”Gian Piero Gasperini

Ousmane Dembelé, Diego Costa, Sigurdsson, Coutinho, Bernardeschi, Keita Baldé e Naby Keità. Sono solamente una manciata di nomi, calciatori pronti a tutto pur di abbandonare anzitempo la propria squadra, cedendo alle lusinghe dei grandi club o accontentando le volontà di chi ne cura gli interessi.

CONTINUA A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT

Amarsi Male

[Immagine in copertina tratta da internet]

Tu mi hai lasciato con un messaggio, le cose giuste non han bisogno di parole canta Cesare Cremonini in una canzonetta decisamente poco degna del Diego Costa rock ‘n’ roll conosciuto sul campo. L’argomento della settimana in Premier League e non solo resta però questo, il benservito di Antonio Conte all’attaccante brasiliano naturalizzato spagnolo proprio a poche settimane dalla vittoria del titolo inglese.

CONTINUA A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO CLICCANDO QUI

Lennon si è perso

[Immagine in copertina tratta da internet]

Come è possibile? Un calciatore come l’ala dell’Everton, ai margini della rosa ma molto noto a chi ama la Premier League, è caduto in depressione ed oggi si trova ricoverato in un ospedale psichiatrico. Si è fermato in autostrada a bordo della sua auto, con lui tutto il mondo del calcio. Non per il grigiore della Gran Bretagna, a quello penso sia ormai abituato, più probabilmente perché la vita del calciatore è meno semplice di quanto possa sembrare da lontano o da semplici appassionati.

Scritto e disponibile su iogiocopulito.ilfattoquotidiano.it

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT

 

Paulo

“Paulo non lo sa, chi governerà, sa soltanto che vuole un amore che gli scaldi l’anima ed il cuore, che gli dia la mano in riva al mare” Brunori Sas – Paolo

Beh, a giudicare dalla prima squadra che si è interessata al tecnico portoghese, nella Ruhr non troverebbe alcuna riva, né sabbia né sassi su cui sedersi per assaporare un bel tramonto con gabbiani e navi che partano per lunghi viaggi.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT

Scritto e disponibile su iogiocopulito.ilfattoquotidiano.it