Tutti gli articoli di Lorenzo Semino

Paulo

“Paulo non lo sa, chi governerà, sa soltanto che vuole un amore che gli scaldi l’anima ed il cuore, che gli dia la mano in riva al mare” Brunori Sas – Paolo

Beh, a giudicare dalla prima squadra che si è interessata al tecnico portoghese, nella Ruhr non troverebbe alcuna riva, né sabbia né sassi su cui sedersi per assaporare un bel tramonto con gabbiani e navi che partano per lunghi viaggi.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT

Scritto e disponibile su iogiocopulito.ilfattoquotidiano.it

Playoff si, playoff no

Due errori grossolani hanno lasciato aperta la lotta salvezza e la cavalcata promozione, con il solito dubbio “playoff si, playoff no” ad attanagliare tifosi di mezza Serie B.

Grande balzo del Perugia, che ferma il momento positivo della Pro Vercelli e mantiene vive proprio le speranze di playoff, approfittando anche di una sconfitta casalinga subita dal Cittadella, fermato sul 2-3 da un Cesena guerresco. Manuel Iori sbaglia dal dischetto dopo soli 2′, poi la partita sfugge di mano così come il 4° posto, sempre più sotto il dominio dei biancorossi di mister Bucchi.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT

 

Vincere la Premier League

Conferenza stampa in quel di Cobham. Antonio Conte non nomina la Juventus ma tutti parlano di una sua frase sulla squadra di Corso Galileo Ferraris, titolo che ha fatto inferocire molti tifosi bianconeri.

“Vincere la Premier League sarebbe un grande successo, probabilmente il più grande perché vincere questo campionato è complicatissimo”, tradotto per alcuni quotidiani sportivi nazionali: “Vincere la Premier sarebbe meglio dei tre scudetti con la Juventus”.

CONTINUA A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT CLICCANDO QUI

Scritto e disponibile su iogiocopulito.ilfattoquotidiano.it

Grandi Speranze

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Christian Eriksen accarezza il pallone. Lo sa fare e lo ha fatto anche ieri sera, regalando ai tifosi del Tottenham un’altra settimana di grandi speranze.

Al danese è bastato un gioiello contro il Crystal Palace, squadra che ha costretto gli Spurs a soffrire sia all’andata sia al ritorno: 1-0 con rete di Wanyama a White Hart Lane, stesso risultato a Selhurst Park. In entrambe le giornate sono arrivate reti sul filo di lana, a pochi minuti da un fischio finale che avrebbe consegnato il segno X ad entrambe le compagini.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU IL CALCIO INGLESE

Sul quadrato con Roberto Camelia

Scritto e disponibile su iogiocopulito.ilfattoquotidiano.it

Sarebbe troppo facile e forse più scaltro, mediaticamente parlando, farci raccontare dall’”arbitro con la protesi” come sia avvenuto l’incidente, farci raccontare una tragedia per lasciar salire un brivido sulla schiena, ma non lo abbiamo fatto per un motivo ben preciso.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT

 

 

La legge è uguale per tutti?

È passata un settimana da quando Armando Izzo, il calciatore del Genoa, nato nel quartiere popolare napoletano di Scampia, che aveva coronato il sogno di tanti ragazzi di periferia raggiungendo la Serie A e la nazionale, è stato condannato per doppia omessa denuncia sulla tentata combine di due gare quando militava nell’Avellino.

CONTINUA A LEGGERE SU IOGIOCOPULITO.IT CLICCANDO QUI 

L’insostenibile leggerezza dell’Everton

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Liverpool, patria di artisti, mercanti e viaggiatori. Goodison Park, Anfield Road, le statue di Bill Shankly e Dixie Dean davanti alle porte d’ingresso. Giusto per ricordarsi che qui niente è un gioco, che qui si confondono i santi con gli eroi.

IL MOMENTO D’ORO – Everton, Koeman, Lukaku, 57 punti in classifica.

CONTINUA A LEGGERE SU FOOTBALLPINTS.COM CLICCANDO QUI

La giornata che è stata

[Immagine in copertina tratta da Internet]

Sono state ben 4 le gare terminate con segno X, tutte fondamentali. Alcune per la corsa al secondo posto, altre per la lotta salvezza: pari del Palermo, pari del Crotone, pari fra Genoa-Lazio e Roma-Atalanta. Nel mezzo un derby di Milano, il primo dagli occhi a mandorla, riacciuffato nel finale proprio come quello del 20 Novembre, quando a segnare allo scadere fu Ivan Perisic.

CONTINUA A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT CLICCANDO QUI

Tel Chi El Telùn

 

La giornata pasquale di Serie A come uno spettacolo di Aldo, Giovanni e Giacomo.

I cinesi come gli spagnoli, interpretati dai comici in questione sotto abiti rossoneri: nella gara delle 12.30, infatti, sarà il Milan a farla da protagonista dopo aver messo a compimento il fantomatico closing? In casa giocherà invece l’Inter, che ha vinto l’ultimo derby nel quale a trionfare sia stata la squadra “ospite”. Era il 15 gennaio 2012, a segno El Principe Diego Alberto Milito.

CONTINUA A LEGGERE SU BUONCALCIOATUTTI.IT CLICCANDO QUI